Chiese campestri ad Arzachena

Chiese campestri ad Arzachena

SAN LUCA EVANGELISTA

Durante la costruzione della strada Arzachena – Sant’Antonio di Gallura, venne edificata un’edicola al margine della carreggiata, da un certo Giovanni Orecchioni. Successivamente la vedova del Sig. Giovanni donò un terreno, sul quale gli abitanti della zona pensarono di edificare la chiesa, con donazioni e prestazioni di giornate lavorative. L’otto aprile del 1985 si ebbe la prima celebrazione, mentre la solenne benedizione fu impartita nel 1989.
La struttura non ha il fascino delle ben più antiche chiesette galluresi ma presenta alcuni begli elementi, tra i quali due imponenti colonne naturali in granito, sulle quali poggia il loggiato esterno, aggiunto a protezione dell’ingresso frontale. Il massiccio portone è composto da sei riquadri intarsiati che raffigurano simbologie del culto cristiano. Il campanile è a vela, in conci di granito a vista, così come l’arco che separa la sala dal presbiterio, che è lievemente rialzato; tutti gli altri elementi costruttivi sono in materiali moderni. La statua di San Luca con il Vangelo in mano, è inserita in una nicchia sulla parete di fondo, dietro l’altare

 

altre chiese campestri ad Arzachena

SAN MICHELE ARCANGELO

SAN GIOVANNI EVANGELISTA

SAN PAOLO EREMITA

SAN MICHELE ARCANGELO

SAN TOMMASO APOSTOLO

SAN GIUSEPPE

NOSTRA SIGNORA DI LOURDES

NOSTRA SIGNORA DEL LAGO

SAN FRANCESCO D’ASSISI

NOSTRA SIGNORA DI BONARIA

STELLA MARIS

SANT’ANTONIO DI PADOVA

 

 

ARZACHENA

SAN MICHELE ARCANGELO

La festa
Il 12 maggio, ma da qualche anno non se ne svolge

Come si raggiunge
Da Arzachena procedere per circa 2 km lungo la Statale 125 in direzione Palau ed appena superata la pensilina della fermata degli autobus, imboccare una traversa sulla sinistra, con un cartello che indica la vendita di formaggio. Percorrere l’asfalto, attraversando la ferrovia, per 1,5 km e proseguire sullo sterrato per 400 metri, sino ad una diramazione; prendere la destra, procedere per 1,1 km, tenere la sinistra di una biforcazione e proseguire per gli ultimi 900 metri.
Dalla detta biforcazione, dopo 200 metri, all’interno di un terreno chiuso da un cancello sulla destra, si trova il rudere di Sant’Elena

More

<iframe src=”https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d3005.054297930746!2d9.528547515575951!3d41.13334061966815!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x12d940b105be652b%3A0x51eb232b896e658d!2sChiesa+di+Stella+Maris!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1525700618253″ width=”600″ height=”450″ frameborder=”0″ style=”border:0″ allowfullscreen></iframe>

Condividi
Call Now Buttonchiama ora
Translate »